In questi giorni potreste riscontrare qualche errore nel sito, stiamo applicando delle modifiche, saranno a breve corretti. Testilandia - 14 Jul 2014 08:57:04
Vai alla homepage di Testilandia   
#  A  B  C  D  E  F  G  H  I  J  K  L  M  N  O  P  Q  R  S  T  U  V  W  X  Y  Z
Gue Pequeno
Bravo Ragazzo

Testo Brivido

view letto 19555 volte   online leggendo 1 utente   online video visto 20 volte
(Rit.) Più di un film
più di un drink
più della Marijuana
più di un trip
di sta miss mezza Brasiliana
di una hit
di una suite a Copacabana
di un Dj
più di un rave in mezzo alla savana
più del successo
più di fare sesso ad alta quota
più di ogni banconota
più della coca
più dei gioielli ed orologi e anelli che ho alle dita
più di questa libertà
più della stessa vita

(Gue) Sono infelice di professione, sogno che sono morto il mio corpo in strada, la processione. Tra Bourbon e burbuka imbalzato fumo un bazooka non faccio scena, ma scena muta. Farfalle nello stomaco dammi l'insetticida, voglio ridisegnare il mondo dammi una matita, voglio ridere come non avessi mai pianto, voglio la luna e camminarci sopra come Armstrong. L'abbiamo fatto ed ero innamorato finalmente, ma il giorno dopo già non provavo più niente, portami sulle onde dell'oceano quando si alzano, uccidimi e fammi risorgere come con Lazzaro, dammi tutto allo stato puro, di più di un vestito scuro, di un roseo futuro. Non mi ammazzerà una sbronza, ma il primo bicchiere sicuro, fammi provare di più che contare il cash, di più di un menage a tre, dammi:

(rit.)

(Marracash) Questo mondo fa troppo chiasso, io non sento più quello che penso, quello che è peggio è non ricordo più quello che ho perso. In un paese dove onesto rima con modesto, tutto è piatto e tu ti sorprendi se io ci stendo. Fuori carri carnevali dentro carri armati. I miei amici vaporizzati gialli a Nagasaki, ridotto ad esprimermi in 24 carati, stati d'animo in 140 caratteri e non so chi tu pensi io sia, la realtà non è all'altezza della fantasia, certe idee che mi accarezzano e che scaccio via, un brivido che faccia breccia nella mia patia. Non sei più mia e ti trovo male, il tuo nuovo ragazzo t'invecchia, ma resti bella e triste come il paesaggio a Venezia e non avrò paura se saremo insieme, una morte dolce come una mosca che affoga nel miele.

(rit.)

(Gue) Dammi un brivido non so per quanto starò qua, voglio un brivido ho emozioni soltanto a metà, sono in bilico su una lama che mi taglierà ed è ripido corro e non mi volto indietro Fra...

(rit.)


Grazie a Dimash92 per aver aggiunto questo testo.

Grazie a Antonio, Ida, Eva per aver corretto il testo.
Commenta